Per la Juventus il derby d’Italia è stato…

Per la Juventus il derby d’Italia è stato quello delle conferme che sono diventate certezze. La gara è stata interpretata ottimamente da entrambe le formazioni, con un calcio propositiivo come si gioca in Champions. Proprio per questo Allegri può oggi dire che la sua nuova Juve funziona, ha equilibrio nonostante una potenza di fuoco mai vista prima negli ultimi anni. La sensazione oggi è che almeno 7-8 giocatori su 11 possano sbloccare ogni singola partita con una giocata individuale. Ieri è toccato a Cuadrado estrarre il coniglio dal cilindro, ma poteva capitare tranquillamente a Dybala, Higuain o Pjanic. Da qui nasce l’ottimismo di Allegri per il futuro prossimo: poi invece per tenere alta la tensione verranno buone le consuete polemiche riguardanti presunti rigori pro Inter non assegnati da Rizzoli. Le immagini rallentate possono infatti confondere al primo sguardo, ma subito si capisce come live i contatti Lichtsteiner-D’Ambrosio e Chiellini-Icardi siano poca cosa, normale routine in qualsiasi area di rigore. Mentre Mandzukic tocca il pallone prima di atterrare l’attaccante nerazzurro. Tutti argomenti che non influenzeranno le ottime sensazioni in casa Juve, ma che anzi faranno godere ancor di più qualche juventino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here