INTER-EMPOLI, GABIGOL IN PANCHINA NONOSTANTE LE ASSENZE

A quanto pare non bastano le assenze contemporanee di Icardi, Perisic e Brozovic a garantire un posto da titolare a Gabigol.
Perfino in un’Inter decimata da squalifiche e infortuni, non c’è spazio per il brasiliano, ormai declassato da fenomeno a riserva da inserire a risultato acquisito.
Eppure l’occasione sarebbe ghiotta, sia per il ragazzo, che di voglia di mettersi in mostra ne ha da vendere, sia per la società, che ha sulla coscienza, ma soprattutto sul bilancio, un investimento da 28 milioni di euro che al momento non trova giustificazione. Un’operazione che sembra avere più senso solo del modo in cui il giocatore è stato presentato a stampa e tifosi.
Contro l’Empoli infatti Pioli, per il ruolo di vice Icardi dovrebbe affidarsi all’esperienza di Palacio, mentre Eder andrebbe a occupare lo spazio lasciato libero da Perisic, con Joao Mario e Candreva confermati nelle consuete posizioni e il ritorno di Kondogbia da titolare insieme all’ormai insostituibile Gagliardini.
A chi lo incalza sul tema, il tecnico nerazzurro ribadisce che Gabigol è una delle soluzioni a sua disposizione, inserendolo nel gruppo degli attaccanti in rosa alla pari del Primavera Pinamonti, non proprio un trattamento da fuoriclasse.
Fino a questo momento il campione olimpico ha all’attivo solo quattro presenze in campionato, per un totale di poco più di mezz’ora, e 72 minuti in coppa Italia, numeri che ridimensionano le aspettative di un pubblico che ha già capito che Gabriel Barbosa Almeida difficilmente diventerà il nuovo Ronaldo, e forse neanche il nuovo Coutinho.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here