REGIONE LOMBARDIA REGOLAMENTA I LUOGHI DI CULTO ISLAMICI

Regione Lombardia regolamenta i centri culturali islamici presenti sul territorio. I centri nati dopo l’entrata in vigore della legge regionale del 2015 sui nuovi luoghi di culto in cui si svolge regolarmente attività di preghiera, sono equiparabili alle moschee e vi si devono applicare le stesse norme urbanistiche. Per i centri preesistenti alla legge regionale vi si possono svolgere attività di culto solo se lo si è segnalato al Comune che dovrà fare una variante al piano di governo del territorio. L’assessora Viviana Beccalossi ha spiegato che il provvedimento risponde all’esigenza dei sindaci di aver piu’ chiarezza nelle regole su quegli ambigui luoghi di ritrovo islamici che sono di fatto delle moschee. Da parte di Regione Lombardia arriva anche la buona notizia dello stanziamento di 10 milioni di euro per l’edilizia scolastica, 9 per la conservazione del patrimonio esistente compresa la rimozione di amianto, ristrutturazioni e adeguamento alle norme di igiene e sicurezza e 1 milione per interventi imprevedibili, urgenti e indifferibili.

<<…>>

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here