A SENAGO UN COVO DI RAPINATORI DI PORTAVALORI

Dai kalashnikov alle auto rubate, da giubbotti antiproiettile alle pistole. Un vero e proprio covo a Senago, periferia di Milano, dove tutto era pronto per compiere molto probabilmente un assalto ad un portavalori.  I carabinieri, durante un controllo sul territorio, hanno notato all’interno di un capannone nell’area industriale luci accendersi e spegnersi e un sospetto via vai di persone. Dentro hanno trovato una base logistica pronta per compiere una rapina. Nello stabile, dedicato alla lavorazione dei metalli, è stato arrestato il gestore dell’attività, un 44enne di Limbiate, pregiudicato per reati contro il patrimonio, con l’accusa di detenzione di armi da guerra e di ricettazione.

Al momento sono in corso indagini per capire chi facesse parte della squadra che avrebbe dovuto assaltare il portavalori, perché sicuramente l’uomo arrestato non avrebbe agito da solo. Tutto era organizzato nei minimi dettagli e data la mole di armi e auto probabilmente non si tratta di una banda inesperta. Inoltre, al momento non è chiaro se il gruppo avesse già compiuto altri assalti, ma su questo faranno chiarezza le indagini dei carabinieri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here