MAMMA SCOMPARSA RITROVATA GRAZIE A FACEBOOK

Dopo giornate di angoscia, è stata ritrovata la mamma 37enne scomparsa il 21 febbraio scorso. A risolvere il fitto mistero è stato Facebook. “So dove è Sara, contattatemi”, diceva il post comparso sul profilo social di Sara Capoferri, originaria di Sarnico, in provincia di Bergamo e residente a San Pancrazio di Palazzolo. Familiari e conoscenti, insieme agli inquirenti, l’avevano cercata ovunque ma senza risultati. Dopo vane ricerche, l’indicazione del post invece è risultata risolutiva, il contatto era con uno straniero, contatto che ha condotto il papà di Sara direttamente verso sua figlia: Sara viene ritrovata in compagnia di un uomo in una zona di campagna vicino a Rezzato. Ora, dopo l’angoscia, è il momento dei chiarimenti. Ma ancora non si sa che cosa sia accaduto alla giovane donna, mamma di una ragazzina di 15 anni, perché sia scomparsa nel nulla dopo una serata con gli amici, perché non abbia più risposto alle telefonate della figlia che l’aspettava angosciata a casa. E questo aveva fatto temere il peggio. Adesso l’ipotesi che si fa più strada tra gli inquirenti è quella dell’allontanamento volontario della donna, non è infatti la prima volta che Sara fa perdere le sue tracce. E se così fosse davvero, potrebbe passare dei guai per procurato allarme. Sara dovrà anche chiarire perché la sua auto sia stata ritrovata in fiamme. Su tutte le furie il padre Pier Antonio che, superata l’angoscia, è arrabbiato con la figlia “con tutti gli appelli che abbiamo fatto, poteva telefonare. Si assumerà lei la responsabilità di quello che ha fatto. Credo che le conseguenze saranno gravi”, ha concluso l’uomo amareggiato.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here