Preso rapinatore di ragazzini

Picchiava e derubava gli studenti della scuola Meucci di corso Matteotti a Torino. Daniele Caruso, 36 anni, tossicodipendente senza fissa dimora ha messo a segno tre rapine a pochi passi dalla scuola e ne ha tentate altre due che però sono fallite. In alcuni casi ha seguito le vittime fin nell’androne di casa dove le ha colpite ripetutamente con pugni al volto per farsi consegnare cellulari, tablet e portafogli.
Le indagini della squadra mobile e del commissariato San Secondo erano iniziate subito dopo le prime denunce presentate dalle famiglie e dalla scuola stessa: furti di cellulari, soprattutto, ma anche portafogli e piccoli oggetti di valore strappati a ragazzini tra gli 11 e i 13 anni, tutti allievi della scuola media, che venivano venduti al mercato di Porta Palazzo. Per settimane gli investigatori hanno presidiato le strade vicino alla scuola con pattuglie in borghese per dare la caccia a quello che era diventato l’incubo degli studenti e delle loro famiglie. Dopo l’arresto ha confessato: colpiva i ragazzini perché erano le prede più facili. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here