Respinto il ricorso, Moggi radiato a vita

A undici anni di distanza dallo scoppio del caso "Calciopoli", il Consiglio di Stato ha confermato la radiazione di Luciano Moggi, precludendone di fatto la partecipazione con qualsiasi ruolo ad attività della Federcalcio. Il ricorso presentato dall’ex dirigente della Juventus è stato giudicato inammissibile, "per difetto di giurisdizione del giudice statale". Moggi ha già annunciato di voler arrivare fino all’ultimo grado di giudizio ammissibile, cioè alla Corte Europea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here