LE ULTIME SUL FUTURO DI ALLEGRI

La pausa per le nazionali ha come unici effetti positivi quello di far recuperare qualche acciaccato, e in casa Juve l’osservato speciale è ovviamente Dybala, ma anche l’opportunità di parlare di futuro, e in questo senso Allegri e la società hanno tuttavia poco da dirsi. A oggi, infatti, entrambe le parti conoscono già quello che accadrà nei prossimi mesi. La decisione è già stata presa dal tecnico da ormai molte settimane. Allegri ha deciso che questo sarà il suo ultimo anno in bianconero. Non è una mera questione di soldi o divergenze di mercato. Non c’entra nulla questo o quel giocatore da prendere o da tenere. Contano gli stimoli, le motivazioni e forse i rapporti. Dopo 3 stagioni così usuranti, soprattutto dal punto di vista psicologico è fisiologico che qualcosa possa non essere più come prima e naturali scambi di vedute diventino difficilmente sanabili, sia tra allenatore e dirigenza che tra allenatore e giocatori. Dato che non sono agli atti profonde fratture però, lo stimolo per i restanti mesi sarà per tutti quello di compattarsi e chiudere questo ciclo nel migliore dei modi, senza rimpianti o rimorsi. Vittorie e trofei sono tra l’altro anche l’ultima speranza per i tifosi bianconeri per far cambiare idea Allegri. Gli stessi che l’hanno accolto con calci e sputi alla macchina, o che ne hanno chiesto la testa dopo ogni non vittoria, oggi cominciano a rendersi conto del valore di questo tecnico. Uno che in silenzio e con garbo ha già raggranellato 2 scudetti, altrettante coppe Italia, una supercoppa italiana e una finale di Champions. Il tutto in attesa di riaprire la bacheca di trofei al termine del suo ultimo anno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here