Preso rapinatore solitario

Un rapinatore solitario “senza un dente e con gli occhi di ghiaccio” così farmacisti e portieri notturni del quartiere San Salvario descrivevano l’uomo che è stato individuato e bloccato dopo l’ennesimo colpo. Violento e spesso armato di siringa minacciava le vittime: <<Dammi tutti i soldi altrimenti ti buco perché sono sieropositivo>>.
I carabinieri della Stazione San Salvario hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a Marco Giambelli, 43 anni, abitante a Torino, per rapina aggravata. Nei giorni scorsi era stato arrestato in flagranza dai militari del Nucleo Radiomobile dopo aver tentato di rapinare una farmacia. Il farmacista, al terzo assalto dall’inizio del mese, lo ha bloccato con una pistola al peperoncino. L’uomo è scappato ma non è andato lontano perché i carabinieri lo hanno fermato e arrestato per tentata rapina. E’ stato denunciato anche per gli altri due colpi messi a segno il 2 e il 7 marzo. I dipendenti del negozio lo hanno riconosciuto.
Giambelli, tra ottobre e dicembre 2016, si era reso responsabile di due tentate rapine e di cinque rapine consumate a cinque alberghi del quartiere San Salvario. Con il volto coperto da sciarpa e armato con una siringa, cocci di bottiglia, coltello o cacciavite, si presentava alla reception degli hotel in orario notturno per farsi consegnare il denaro in cassa. In più occasioni è stato però cacciato e preso a bastonate dal portiere.
Il rapinatore è stato identificato grazie alle telecamere di videosorveglianza dei locali; decisiva la collaborazione dei residenti e dei commercianti del quartiere. Le indagini proseguono per stabilire se ci siano collegamenti con altri episodi avvenuti in zona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here