UCCISO PER DIFENDERE LA FIDANZATA, UN ARRESTO

 

Una confessione piena, davanti agli investigatori, dopo ore di interrogatorio. Si è chiuso così il cerchio attorno all’assassinio di Yaisi Bonilla, il 21enne di origini colombiane, morto dopo essere stato accoltellato a Brescia, davanti al locale “ Disco Volante”. Il suo aggressore compirà 23 anni il prossimo agosto: Anthony Aiello, vive a Gussago assieme ai genitori.

La vittima era in compagnia della fidanzata, pare non avessero trascorso la serata nel locale. Una semplice passeggiata, davanti all’ingresso della discoteca, quando dal gruppo fuori, parte un apprezzamento proprio verso la ragazza della vittima, una giovane rumena.

Una svolta alle indagini è arrivata dalle telecamere di un bar nelle vicinanze. Le immagini confermerebbero la ricostruzione della polizia. Nei fotogrammi gli ultimi istanti di vita del colombiano. Inevitabile il parallelo con Alatri dove un altro 20enne, dopo una serata in discoteca, viene massacrato di botte.

Si vede chiaramente una discussione animarsi. Il gruppo è agitato: spintoni, urla. Fino a quando il ragazzo, ferito con una coltellata all’addome, si accascia a terra. Non perde subito i sensi, la fidanzata gli è accanto. Il giovane morirà in ospedale dopo 12 ore di agonia. Il suo aggressore, si trova in carcere a Brescia, accusato di omicidio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here