INTER, PIOLI RESTA IN BILICO

Da Londra Antonio Conte manda messaggi di fedeltà al Chelsea, allontanando l’ipotesi Inter. Ma questo non basta comunque di riflesso per far spegnere le voci sul futuro di Stefano Pioli. Il diretto interessato si dice sereno e tranquillo, concentrato sul presente. Eppure la rivoluzione firmata Suning pare ardere sotto le ceneri. Il fantasma del Cholo Simeone si è immediatamente rimaterializzato e sono spuntate pure le novità Sampaoli e Jardim. Il potenziale economico cinese fa ipotizzare che ci siano le carte (di credito) per arrivare a un top manager. Ma quale? Ed esiste la certezza che un cambio di allenatore sia benefico per una squadra che con Pioli ha cominciato ad avere un ordine e un rendimento consono al valore della rosa? Il gruppo pare schierato con il mister che – da subentrato – può vantare anche una media punti importante. Dall’altra parte non va dimenticato che negli scontri con le squadre messe meglio in classifica il bilancio non è certo esaltante: sconfitte con Napoli, Juventus e Roma. Vittorie con Atalanta e Lazio coi biancocelesti che però hanno eliminato l’Inter in Coppa Italia vincendo a San Siro. L’inattesa battuta d’arresto con la Sampdoria in casa ha ulteriormente allargato la breccia per i critici. L’ultima parola resta alla famiglia Zhang che in meno di un anno ha già salutato Roberto Mancini e Frank De Boer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here