JUVE-BARCELLONA, L’ARBITRO SCONTENTA TUTTI

Quello dell’arbitro è spesso un ruolo ingrato, a maggior ragione se dalle sue decisioni può dipendere il cammino europeo di una grande squadra come Juve o Barcellona. Non si sarà dunque stupito Szymon Marciniak, designato per la sfida di Torino, nello scoprire di non essere particolarmente gradito né dai padroni di casa né dagli ospiti.

Il popolo juventino non stravede per lui, nonostante nei tre precedenti i bianconeri abbiano vinto due volte e perso soltanto una. Quell’unica sconfitta però è dolorosa, risale infatti alla scorsa Champions League, Siviglia-Juve 1-0, risultato che costò il primo posto nel girone alla formazione di Allegri e che portò all’accoppiamento con il Bayern Monaco negli ottavi di finale. All’epoca la prova dell’internazionale polacco venne comunque ritenuta sufficiente, nonostante il metro molto permissivo.

Nella stagione in corso ha arbitrato Lione-Juventus 0-1, match contrassegnato da un doppio giallo forse severo a Lemina e da un rigore invocato da Bonucci ma non concesso, così come da un fallo di reazione di Darder sanzionato solo con l’ammonizione.

Marciniak però non gode di buona fama neanche in Catalogna, dove la stampa locale non ha dimenticato che proprio lui ha diretto Psg-Barcellona 4-0, partita priva di episodi contestati, ma che evoca brutti ricordi nella mente dei tifosi blaugrana, che ora temono la compensazione dopo che, al contrario, nella gara di ritorno del Camp Nou, la rimonta storica di Messi e compagni è stata probabilmente favorita anche da qualche svista.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here