Sequestro gadget sportivi contraffatti

Oltre 140.000 capi contraffatti, che riproducevano prodotti ufficiali delle società calcistiche più famose, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino. 17 persone sono state denunciate per contraffazione.
Il valore complessivo della merce, se messa in commercio, è pari a 650.000 euro. L’indagine nel settore del merchandising sportivo, conclusa dalla Compagnia di Susa, si è intensificata in coincidenza di alcuni importanti eventi calcistici del Campionato di serie A e della “Champions League”.
La produzione della merce contraffatta, infatti, avveniva sulla base della programmazione dei principali eventi calcistici, così da soddisfare le esigenze di mercato, L’indagine ha permesso ai Finanzieri di individuare e risalire la filiera produttiva e distributiva; l’attività ha interessato diverse imprese che producevano abbigliamento e gadget falsi con i loghi delle principali squadre italiane ed europee operanti nelle province di Torino, Vercelli, Cosenza, Milano, Napoli e Bergamo.
L’ultima produzione abusiva scoperta dai militari della Compagnia di Susa nella provincia di Bergamo era destinata, in particolare, alla distribuzione di sciarpe confezionate per le partite di Champions League 2016-2017 Juventus-Porto, Napoli-Real Madrid e Juventus-Barcellona.
La ditta controllata era una vera e propria fabbrica di produzione di materiale sportivo contraffatto. Sono stati inoltre rinvenuti molti macchinari industriali (macchine cucitrici, banchi da lavoro, ferri da stiro professionali per le stampe “a caldo”) necessari alla lavorazione e al confezionamento di magliette, cappellini e sciarpe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here