ALITALIA, I SINDACATI LOMBARDI A ROMA

Sono sempre più accese le polemiche sulla tormentata vicenda Alitalia. E mentre fa discutere il prestito ponte di 600 milioni di Euro per sei mesi, i tre commissari appena nominati sono al lavoro per predisporre un piano per risanare la compagnia e trovare un potenziale acquirente. Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha infatti sottolineato: “L’obiettivo è quello di trovare un compratore che acquisti l’insieme dell’azienda, cioè che la rilevi unita, in un contesto in cui si cerchi di rilanciarla. Ma oggi non ci sono ancora trattative sul tavolo”, ha concluso il ministro. Intanto è stata esclusa definitivamente l’ipotesi della nazionalizzazione: “I cittadini, hanno già pagato 7,5 miliardi più questo prestito ponte, quindi 8 miliardi”, ha sottolineato Calenda. Critico il ministro dei Trasporti Graziano Delrio che attacca: “sbagliate le strategie dei manager, servivano più aerei sul lungo raggio”. Nel frattempo i rappresentanti sindacali lombardi del settore Trasporti oggi a Roma hanno incontrato il personale di terra e di volo che si è detto fiducioso nel futuro. Tra le richieste avanzate, quella di prolungare i 6 mesi previsti dal Governo per il rilancio di Alitalia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here