RAPINA IN CASA, UOMO PRESO A SCHIAFFI

E’ successo in una frazione di Arena Po, a pochi km da Belgioioso. Due uomini incappucciati sono entrati in una casa di corte in cascina, prima prendendo a schiaffi un uomo di 73 anni e poi minacciando la moglie terrorizzata.

I rapinatori indossavano i passamontagna e hanno chiesto più volte alla coppia di pensionati dove nascondessero gioielli e soldi. Il marito è stato fatto sdraiare a terra in camera da letto mentre uno dei rapinatori metteva a soqquadro l’intera abitazione alla ricerca di qualcosa. Alla fine hanno rubato tre bracciali d’oro e pochi euro trovati nella tasca dei panato lini dell’uomo.

La rapina poteva avere un esito ancora peggiore se non fosse che i rapinatori si sono tra virgolette accontentati del magro bottino a cui si sono aggiunte due borse firmate prelevate dalla camera da letto.

I rapinatori prima di uscire hanno detto che prima o poi sarebbero ritornati.  I coniugi hanno passato una mezz’ora tremenda e ora non se la sentono di parlare e tornare sul triste episodio.

Sono i vicini di casa a esprimere tutto il loro disappunto per ciò che è successo. Con la rabbia di chi è impotente di fronte a certi assalti notturni.

“Non è possibile – esclama il vicino – ormai si resta chiusi in casa come dei carcerati. Il governo deve fare qualcosa”.

Nel paese di Arena Po mancava soltanto da monitorare l’accesso alla frazione dove è avvenuta la rapina. Ebbene il comune si è adoperato per installare le telecamere di videosorveglianza in un tratto di campagna come questo. Sperando di catturare questi ladri che anche per pochi euro non ci mettono molto ad usare la violenza anche nei confronti di persone anziane, le più deboli, le più indifese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here