CENTRALE, AGGRESSORE POSTO’ VIDEO ISIS

E’ indagato per terrorismo internazionale Ismail Hosni, il 20enne italo-tunisino che ha accoltellato due militari e un agente della Polfer in Stazione Centrale a Milano. Durante un controllo ha estratto uno dei due coltelli che aveva con sé e si è scagliato contro le forze dell’ordine ferendo un militare al collo, il poliziotto al braccio e colpendo anche l’altro soldato. Nessuno di loro è in gravi condizioni. Aveva precedenti per spaccio ma nell’ultimo periodo sembra avesse iniziato un percorso di radicalizzazione: sul suo profilo Facebook gli inquirenti hanno trovato un video che inneggia all’Isis. E il cambiamento era stato anche fisico: basta occhiali da sole, si era fatto crescere la barba. Ora si cerca di ricostruire la sua cerchia di relazioni, appena arrestato ha detto: sono solo e abbandonato. Nato in Italia da madre italiana e padre tunisino, entrambi i genitori con precedenti, viveva ormai per strada, dormendo in rifugi di fortuna come all’interno di un furgone. L’aggressione intanto riporta in primo piano il problema della sicurezza in Centrale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here