Milan, situazione complicata per Keita

Il campionato non è ancora finito, ma il mercato del Milan è in fermento già da alcune settimane. Praticamente preso Musacchio, il ds Mirabelli si è concentrato a trovare un accordo conveniente col Wolfsburg per arrivare a Ricardo Rodriguez. La clausola rescissoria di 22,5 milioni di euro da pagare in un’unica soluzione aveva allontanato numerosi club, su tutti l’Inter: il Milan però è riuscito a convincere il club tedesco a cedere il suo talento svizzero per 18 milioni di euro (tre dovrebbero essere di bonus), dopo aver trovato da tempo l’intesa con l’entourage. L’altro colpo ormai in cassaforte è quello di Franck Kessiè, strappato alla Roma che si era mossa in anticipo trovando un accordo con l’Atalanta, ma non con l’ivoriano, che alla fine ha scelto la causa rossonera. Fassone e Mirabelli sono riusciti nell’intento di prendere il giovane talento grazie al blitz avvenuto settimana scorsa a casa del ragazzo, mostrandogli il progetto di riportare il Milan nell’Europa che conta. Capitolo Keita: l’attaccante piace molto anche a Napoli e Juve, ma la situazione è resa complicata dal pessimo rapporto che c’è tra il suo agente Calenda e il presidente della Lazio Claudio Lotito. Il patron biancoceleste infatti non intende discutere con il suo rappresentante e se la situazione non dovesse essere sbloccata da un intermediario, Keita rischia di andare a scadenza di contratto (termina nel giugno del 2018) e di liberarsi a parametro zero tra poco più di un anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here