CORONA, CHIESTI 5 ANNI DI CARCERE

Vergogna, voglio giustizia. Con queste parole Fabrizio Corona insorge in aula dopo che la pubblica accusa stava per presentare alcuni tabulati telefonici spuntati all’ultimo minuto e ritirati dal pubblico ministero che ha rinunciato a produrli per la soddisfazione dei legali di Corona.

Nel giorno della requisitoria del Pm Corona ha avuto una reazione tanto spropositata da far intervenire il pacato presidente Guido Salvini per allontanare l’ex agente fotografico il quale ha poi chiesto scusa una volta rientrato in aula dopo una ventina di minuti.

Nella requisitoria conclusasi con la richiesta per Corona di 5 anni di reclusione e per Francesca Persi di 2 anni e 4 mesi, il pubblico ministero ha ribadito la tesi dell’accusa secondo cui Corona avrebbe occultato il suo tesoro da 2,6 milioni di euro intestando fittiziamente quei contanti all’amica Persi per sottrarlo alle verifiche dell’autorità giudiziaria.

Corona, nascondendo il milione e settecento mila euro nel controsoffitto, voleva renderli non tracciabili , come aveva fatto in passato portando il denaro in Svizzera o a San Marino.

Un fiscalista incaricato dalla difesa ha rispiegato con tanto di slide gli introiti di Corona con il nero in buona parte evidenziato dagli appunti dello stesso Corona. Ma a quando risalgono questi proventi? Secondo l’ex re dei paparazzi i soldi recuperati dal controsoffitto sarebbero il frutto del nero accumulato tra il 2008 e il 2012, mentre quelli trasferiti nelle cassette di sicurezza in Austria sarebbero datati 2015 e 2016. Il pm però non crede a questa versione. Secondo l’accusa, infatti, Corona decise di spostare quei soldi per il timore che vi fossero all’orizzonte altri guai giudiziari. I legali di Corona però ribadiscono: Corona ha pagato una notevole quantità di imposte ed era pronto a regolarizzare i conti in sospeso con il Fisco. Nel corso della sue requisitoria, infine, il Pm non solo ha chiesto la condanna di Corona a 5 anni di reclusione, ma anche di indagarlo per appropriazione indebita, relativa al denaro che Fabrizio avrebbe sottratto a una delle sue società.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here