morta donna ferita in piazza San Carlo

E’ morta Erika Pioletti, la donna di 38 anni travolta dalla calca in piazza San Carlo durante la finale di Champions League e da allora  tenuta in coma farmacologico all’ospedale San Giovanni Bosco. La Procura di Torino ha disposto l’autopsia. Gli ultimi esami avevano evidenziato un gravissimo danno cerebrale. Ora l’ipotesi di reato nel fascicolo d’inchiesta aperto dai magistrati torinesi è di omicidio colposo. Finora si era proceduto per lesioni colpose plurime gravi. Il fascicolo resta a carico di ignoti.
Sul fronte delle indagini oltre al rumore provocato dal riavvio dei motori del sistema di ventilazione nel parcheggio sotterraneo che avrebbe scatenato l’ondata di panico che ha causato oltre mille e cinquecento feriti in piazza San Carlo, emerge anche l’ipotesi  dell’utilizzo di spray urticante. Alcune persone sentite dagli inquirenti avrebbero accusato difficoltà respiratorie. 
La sindaca Chiara Appendino ha visitato i parenti della vittima in ospedale. Bandiere a mezz’asta sugli edifici comunali in segno di lutto mentre si moltiplicano le richieste di annullare i festeggiamenti per San Giovanni.
Anche la Juventus ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa di Erika dopo una lunga sofferenza. “I fatti della sera del 3 giugno sono nel cuore di tutti i dirigenti, i tesserati, i dipendenti della società, che si uniscono al dolore della città”. E’ la nota pubblicata sul sito ufficiale della squadra bianconera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here