Juve, i nuovi rinforzi legati alle uscite

Patrick Schick è un giocatore della Juventus, dopo lunghe settimane nelle quali i tifosi avevano temuto il colpo di scena che, come previsto, non si è verificato: il ceco è solo il primo tassello di una campagna acquisti che si preannuncia ricca di acquisti. Prima però la Juve dovrà risolvere una serie di situazioni in uscita: Dani Alves ha chiesto la rescissione contrattuale e ha già un accordo di massima con il Manchester City, pronto a pagargli quasi il doppio rispetto a quanto percepisce attualmente. Bonucci e Alex Sandro sono le altre due grane da risolvere: i rapporti tra il centrale e il club hanno vissuto momenti migliori, ma la volontà della Juve è quella di non privarsi del suo perno, a meno che non arrivino offerte di almeno 60 milioni di euro. Il brasiliano invece avrebbe chiesto la cessione o più semplicemente desidererebbe un aumento d’ingaggio: Marotta e Paratici sono pronti ad accontentarlo, intanto però le sirene inglesi si fanno sentire e il rischio che Alex Sandro possa farci un pensierino non è poi così remoto. In entrata la Juve vuole chiudere il prima possibile per Douglas Costa, ma servono 50 milioni di euro e tanta pazienza, quella che il Bayern Monaco sta facendo perdere visto l’attendismo nel non prendere una decisione definitiva sulla partenza del brasiliano. A centrocampo un rinforzo serve come il pane: N’Zonzi ha una clausola di 40 milioni che la Juve non ha intenzione di soddisfare, ma se il Siviglia accetterà qualcosa in meno, è probabile che il francese prenda la via di Torino, per fare il titolare in mezzo al campo al fianco di Pjanic.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here