Toro, clamorosa ipotesi Cerci

Un’operazione che avrebbe del clamoroso, benché ipotizzata già altre volte in passato. Questa volta però ad avvicinarla e renderla più realistica l’incontro avvenuto ieri sera tra il presidente del Torino Urbano Cairo ed il procuratore Federico Pastorello, in cui ai granata è stato proposto Alessio Cerci. L’attaccante romano, che ha lasciato il Toro tre anni fa tra le polemiche, ha chiuso il proprio rapporto con l’Atletico  Madrid e potrebbe arrivare a parametro zero. Cerci ha più volte manifestato il proprio desiderio di voler nuovamente indossare la maglia granata, con cui ha disputate le migliori stagioni in carriera, ma proprio il presidente Cairo ha sempre respinto l’ipotesi, paragonandola ad una minestra riscaldata, troppo spesso indigesta. Ora invece sembrano esserci i presupposti per concedere una chance all’esterno di Valmontone, che in panchina ritroverebbe Sinisa Mihajlovic, che lo ha già allenato sia alla Fiorentina che al Milan. Il Toro infatti sta cercando un attaccante laterale, che possa alternarsi sulla destra con Iago Falque, come testimoniano i sondaggi fatti per il tedesco Younes e per lo svizzero Mehmedi. Cerci al contrario degli stranieri rappresenterebbe un’opzione economicamente più vantaggiosa e soprattutto più esperta, conoscendo perfettamente sia l’ambiente granata che il campionato di serie A. I primi contatti sono stati positivi, ora il Toro dovrà decidere se accogliere il figliol prodigo e chiudergli ancora una volta la porta in faccia.   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here