DELITTO DI JERAGO, 30 ANNI ALL’OMICIDA

Uccise barbaramente Claudio Silvestri. lo strangolò senza pietà nella sua abitazione di Jerago con Orago, in provincia di Varese, dopo aver tentato di rapinarlo in una serata d’agosto dello scorso anno. Ora l’omicida, l’ivoriano Emmanuel Djakoure, processato con rito abbreviato, è stato condannato in primo grado a 30 anni di carcere. Meno rispetto a quanto chiesto dall’accusa che per il killer 21enne voleva l’ergastolo ma il giudice ha escluso le aggravanti e di fatto ha ridotto la pena. “Una pena che non cancella quel che è successo, né lenisce il dolore dei famigliari”, ha commentato il sostituto procuratore Nadia Calcaterra.

Diakoure, reo confesso dell’omicidio, il 5 agosto del 2016 incontrò Silvestri alla fine di una festa in paese. In base alle ricostruzioni degli inquirenti, il 41enne lo invitò a trascorrere il resto della serata a casa sua ma qui l’ivoriano lo aggredì a morte e poi fuggì con abiti, profumi e gioielli. La vittima fu trovata dal fratello nel salotto dell’abitazione, senza vita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here