UCCIDE IL PATRIGNO, OMICIDIO PREMEDITATO

Quel coltello e quel martello, Vladislav Turcan, il 23enne che a Bergamo ha ucciso il patrigno, Giuseppe Grillo, 40 anni, e tentato di massacrare anche la madre, moldava da tempo in Italia, li aveva preparati già da tempo. Interrogato dagli investigatori è lui stesso a confermarlo. Non c’è stata alcuna lite, ha spiegato, il martello e il coltello li avevo preparati nella mia camera, pronti ad utilizzarli. Una versione che ha aggravato la sua posizione trasformando l’accusa in omicidio premeditato. Il ragazzo ha poi ferito anche la madre. Alla base del gesto le incomprensioni tra il ragazzo e il patrigno che, sembra, lo rimproverasse spesso perché non aveva un’occupazione. Tensioni maturate in casa di cui nessuno si era però accorto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here