DOMICILIARI PER IL PIRATA DELLA STRADA DI VIALE MONZA

Il pirata della strada che investì un uomo sfrecciando a più di 100 km7h in viale Monza verrà scarcerato. Neppure dopo 24 ore dalla condanna a 7 anni e mezzo per omicidio stradale, arriva il sì alla scarcerazione di Franko Della Torre. Il gup di Milano Natalia Imarisio, accogliendo un’istanza della difesa ha acconsentito ai domiciliari. Della Torre passando con il rosso a oltre 115 chilometri all’ora, travolse con il suo suv l’auto di Livio Chiericati e fuggì lasciando agonizzante il 57enne, morto in ospedale qualche ora dopo. E ora dopo pochi mesi l’uomo potrà tornare tra le mura domestiche ma con il braccialetto elettronico. Non appena il dispositivo sarà tecnicamente disponibile, infatti, l’uomo, per cui il pm aveva chiesto 10 anni di carcere, dopo neppure 6 mesi di reclusione lascerà San Vittore tornare a Nerviano dove vive con la moglie e le 4 figlie. Chi invece non potrà tornare dalla sua famiglia è Livio Chiericati, il 57enne che quella tragica domenica mattina fu travolto e lasciato morire agonizzante tra le lamiere del suo suv. Della Torre infatti, dopo il violento impatto, non si fermò a prestare soccorso all’investito, ma, secondo quanto raccontato da una testimone, dopo aver recuperato il cellulare si diede alla fuga, andando prima a casa e poi all’ospedale dove fu arrestato. Altra nota dolente, infine la questione economica dei risarcimenti. Il gup ha stabilito una provvisionale immediatamente esecutiva di centomila euro -contro i 900mila chiesti-  come risarcimento civile dei danni a favore della famiglia della vittima, costituitasi parte civile.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here