BOSCO DELLA DROGA, UN ACCOLTELLATO

Siringhe buttate per terra, fazzoletti sporchi di sangue. Basta fare pochi metri per rendersi conto che qui lo spaccio la fa da padrone. Siamo a Milano a pochi metri dalla stazione ferroviaria di Rogoredo. Un giovane è stato portato in gravi condizioni all’ospedale dopo essere stato accoltellato a un fianco, in via Cassinis. La vittima è un marocchino di 29 anni. Ha precedenti per spaccio e occupazione abusiva. Un fatto quasi certamente legato agli ambienti della droga. E in effetti a pochi metri dall’aggressione si trova il meglio noto bosco dello spaccio. Nonostante i ripetuti controlli delle forze dell’ordine qui il viavai di consumatori e spacciatori non si è mai fermato. Da una parte gli eroinomani di Rogoredo, dall’altra chi, l’eroina la vende. Nascosto tra gli arbusti o protetti dalle recinzioni della ferrovia. 650mila metri quadrati. Tanti, troppi, per riuscire a tenerli tutti sotto controllo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here