OMICIDIO TERESA E TRIFONE, ERGASTOLO PER RUOTOLO

Ergastolo per Giosuè Ruotolo. La Corte d’Assise di Udine ha condannato alla massima pena il militare campano per l’omicidio dei due fidanzati Trifone Ragone e Teresa Costanza, trovati morti nel parcheggio del Palasport di Pordenone. La decisione è arrivata dopo un’estenuante camera di Consiglio che alla fine ha portato al verdetto tanto atteso. Al termine del dibattimento il Pm aveva chiesto per Ruotolo l’ergastolo e due anni di isolamento diurno. I giudici hanno accolto la tesi della Procura mentre per i legali della difesa trattasi di un processo solamente indiziario senza una vera prova. Teresa Costanza, laureata alla Bocconi di Milano e originaria di Zelo Buon Persico, nel lodigiano, si era trasferita a Pordenone per amore di Trifone, caporalmaggiore dell’Esercito, di stanza a Cordenons.

La loro storia si è spezzata il 17 marzo 2015 in un anonimo parcheggio. Secondo la sentenza, Giosuè Ruotolo avrebbe sparato sei colpi di pistola semiautomatica, ritrovata sei mesi più tardi un laghetto del Parco San Valentino, non molto distante dal Palasport.

Ruotolo ha ascoltato il verdetto con gli occhi bassi accanto ai suoi avvocati. In aula c’erano anche i familiari delle vittime, compreso il papà di Teresa.

Ruotolo ha commesso i delitti per salvare la sua carriera e il suo ingresso alla Guardia di Finanza- ha detto il Pm durante la requisitoria. Alla rivalità personale e professionale con Trifone, Giosuè aveva sommato anche la gelosia nei confronti di Teresa.  Volevano sposarsi, Trifone e Teresa, mettere su famiglia. E da quando i due erano andati a vivere assieme, il legame tra Ruotolo e Trifone cominciò a traballare nonostante le passioni comuni, la discoteca, la palestra e il sogno di entrare nella Guardia di Finanza.

C’era anche Ruotolo a portare in spalla la bara dell’amico ucciso, durante i funerali che devastarono due famiglie, legatissime ai due giovani innamorati che nessuno potrà mai restituire nonostante la sentenza di primo grado abbia condannato all’ergastolo Giosuè Ruotolo, il commilitone che secondo i giudici ha ucciso i due fidanzati.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here