OMICIDIO COGLIATE, PERIZIA PER SABRINA

Un colpo a sangue freddo. Mentre lui stava dormendo. E’ morto dopo pochi istanti Marco Benzi, 43 anni, ucciso dalla sua convivente Sabrina Amico, di 6 anni più giovane, ora in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

E’ successo in questa palazzina di Cogliate, in provincia di Monza e Brianza proprio nella giornata contro la violenza sulle donne. La coppia pare avesse problemi da tempo. Una relazione tormentata, fatta di numerosi litigi, avvertiti anche dai vicini di casa, sentiti immediatamente dagli inquirenti. La donna in passato è stata sposata con un altro uomo dal quale ha avuto tre figli che vivevano con lei nell’appartamento al piano terra di Via Mascagni a Cogliate, con 4 cani e due gatti.

E proprio in merito ai tre figli, due femmine e un maschio, la donna ha riferito ai Carabinieri che la vittima avrebbe rivolto attenzioni poco gradite verso di loro e Sabrina, una volta scoperta la cosa, avrebbe deciso di punire il suo oramai ex fidanzato con un martello, colpendolo alla testa.

A trovare il cadavere di Marco Benzi, con Sabrina ancora in casa, è stato l’ex marito di lei avvisato proprio dalla donna via cellulare. Fortunatamente i bambini non erano in casa al momento del fatto. I Carabinieri al momento stanno indagando per capire se la versione della donna possa avere un fondamento di verità, tuttavia si continua a scavare nella vita della coppia per capire il movente.

La giovane donna aveva deciso di troncare ogni rapporto e pare che invece lui non si fosse rassegnato alla fine della storia. L’uomo, con precedenti per furto e droga, stava dormendo mentre Sabrina ha impugnato un martello, trovato poi dai Carabinieri, e lo ha colpito a morte.

L’uomo gestiva un negozio di abbigliamento per bambini a Solaro, non molto distante dall’abitazione della coppia mentre lei lavorava in un laboratorio di gelateria di Garbagnate Milanese. Li vedevamo poco – raccontano i vicini – uscivano la mattina e tornavano la sera. Una coppia all’apparenza normale, con qualche litigata sopra le righe e un passato burrascoso, soprattutto per lui. Fino alla tragedia consumatasi in quell’appartamento posto sotto sequestro dai Carabinieri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here