L’ARBITRO DOVERI FERMATO DOPO JUVE-TORINO

La bufera Var diventa sempre più travolgente. Il derby di Coppa Italia tra Juventus e Torino ha posto sul banco degli imputati l’arbitro Daniele Doveri. Il gol convalidato ai bianconeri nonostante la revisione al Var delle immagini del direttore di gara ha fatto infuriare il designatore Nicola Rizzoli. E così è arrivata – come rivelato dalla Gazzetta dello Sport – la decisione di non designare alla ripresa del campionato dopo la sosta Doveri, fresco tra l’altro di nomina da internazionale. Non è stato tanto l’errore, quanto la spiegazione della decisione e il comportamento del fischietto a partorire la scelta dello stop di una – forse due – giornate. Indicare il pallone sul monitor e aver giustificato la regolarità della rete con il fatto che Khedira abbia toccato prima la sfera non è tecnicamente accettabile. Il regolamento infatti spiega che pur colpendo il pallone si può commettere fallo. In un momento in cui gli sforzi degli arbitri sono enormi per far entrare la tecnologia nel meccanismo calcio, una scelta del genere è ovviamente dannosa per tutti. E per Doveri stesso il rendimento è negativo nel lungo periodo: tornano subito alla mente, infatti, i suoi errori come l’espulsione di Mandzukic con l’Udinese e quello – da Varista – in Crotone-Napoli con il mancato rigore per mano in area di Mertens.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here