I russi vogliono comprare il Milan

Con mister Li in difficoltà, il Milan finisce nel mirino di nuovi imprenditori facoltosi interessati ad acquisire le quote del club di via Aldo Rossi. Il fondo americano Elliott, in attesa di capire le reali possibilità economiche di Yonghong Li, sarebbe disposto ad ascoltare le offerte di più magnati. All’orizzonte si sarebbero palesati due degli uomini più ricchi di Russia che con il mondo del calcio hanno già un buon feeling. I primo è il proprietario del Monaco Dmitrij Rybolovlev. Il patron del club monegasco, con un patrimonio personale di circa 9 miliardi di euro, starebbe pensando di lasciare il suo club e tentare di entrare in possesso delle quote del Milan. Ma Rybolovlev dovrà fare i conti, oltre che con Singer, con un oligarca russo decisamente più ricco di lui,  il boss del colosso Gazprom Alisher Usmanov. 64 anni, imprenditore di successo che spazia in più campi,  stando a  Forbes il suo patrimonio è stimato attorno ai 15 milioni di dollari e, aspetto da non sottovalutare, una spiccata passione per il calcio. Non a caso detiene il 30% delle quote dell’Arsenal.  Il patron del colosso russo del petrolio, non è un nome nuovo per il calcio italiano.  In passato tentò di entrare in  possesso non solo del club rossonero, ma anche di legarsi all’Inter dell’epoca morattiana. Ora che l’occasione si ripresenta, Usmanov tenterà di sfruttare il momento e l’amicizia che lo lega con il numero uno di Elliott, Paul Singer,  per l’acquisizione definitiva del Milan.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here