CONDANNATO IL MAESTRO DI KARATE

9 anni e sei mesi. Questa la condanna inflitta a Carmelo Cipriano, il maestro di karate di 42 anni arrestato nei mesi scorsi per aver avuto rapporti sessuali con le allieve della sua palestra di Lonato del Garda, in provincia di Brescia.

Le allieve in questione erano tutte minorenni, una addirittura una dodicenne.

Il pm Ambrogio Cassani aveva chiesto una condanna di 10 anni. Cipriano, presente in aula al momento della sentenza in abbreviato, ha ammesso i rapporti sessuali ma ha spiegato che avvenivano all’interno di vere e proprie relazioni avute negli anni con le ragazzine.

Cipriano era stato arrestato il 5 ottobre scorso dopo che una ragazza, diventata nel frattempo maggiorenne, l’aveva denunciato. Altre ragazze poi si erano presentate in Procura per raccontare ciò che avevano subito nella stanza dell’infermeria della palestra.

Per gli inquirenti Cipriano è un soggetto dalla totale assenza di freni inibitori. La difesa del maestro di karate aveva avanzato istanza perché fossero eseguite tre distinte perizie neuropsichiatriche, sullo stesso Cipriano e su due delle ragazze che lo hanno accusato, ma il Pm ha domandato il rigetto, ottenendo l’accoglimento della richiesta da parte del Gip.

Oggi la condanna a 9 anni e 6 mesi presso il Tribunale di Brescia per aver abusato sulle minori, costringendole ad avere rapporti con lui.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here