Antenna 3 Change Site
08/08/2011 19:16

PRESIDENTE MORATTI E' L'ORA DELLE SPIEGAZIONI

Il cielo è più nero che azzurro in casa Inter, perché la sconfitta in Supercoppa contro il Milan era attesa considerate le assenze ed una squadra in piena fase d’allestimento. Ma i tifosi sono ( giustamente ) inquieti, perché l’arrivo di Gasperini ha destato più di un dubbio, anche se nel cambio con Leonardo non si può dire che la squadra non ci abbia guadagnato anzi.

Da qui si passa alla rosa. Da almeno tre mesi vi avevo preannunciato che ci sarebbero stati problemi con i big della rosa, Sneijder, Eto’o e Maicon. Quelli dai quali ripartire ed ai quali affiancare altri big. Ma l’auspicio dei tifosi va in contrasto con la politica societaria, che in questo momento ha deciso di prediligere il bilancio.

Sneijder ha già salutato tutti, si attende ormai solo l’ufficialità della sua cessione; Eto’o sta bene a Milano, ma visto l’aumento ottenuto da Milito e soprattutto le modalità in cui è stato ottenuto, vuole anche lui un segnale di riconoscimento ( come se i 10 milioni che percepisce siano pochi..), e per Maicon l’Interesse del Real Madrid e del City non si è affievolito, anche se non verrà sicuramente svenduto a meno di un’offerta ritenuta congrua. Moratti è convinto che questo sia l’ultimo anno utile per migliorare il bilancio e le mosse della società di palazzo Saras sul mercato evidenziano una sorta di immobilismo preoccupante. Sono settimane che i tifosi interisti leggono e sentono solo cose negative: via Sneijder, dubbi su Eto’o ed attenzione a Maicon. Come se non bastasse in entrata si parla di Palacio, Casemiro e poco altro, senza dimenticare che sul fronte cessioni ancora tutto tace. Insomma ad ascoltare i rumors, che idea possono farsi i tifosi nerazzurri dopo le recenti vittorie?

La sensazione è che anche dal punto di vista mediatico la società abbia perso colpi. La settimana di avvicinamento al derby di Pechino è stata costellata da notizie di addii e gelo tra Moratti e Branca, litigi tra Eto’o e Sneijder per un posto in prima classe in aereo! Ma dove siamo arrivati?

Come se non bastasse sull’altra sponda del Naviglio si parla dei possibili arrivi di Fabregas, Hamsik, Kakà, Ganso e quant’altro..ovvio e naturale che il tifoso interista patisca questa situazione, soprattutto perché nessuno in società ha mai parlato chiaramente. Se dopo tutti i soldi investiti nell’era Moratti, il presidente ha deciso di chiudere i rubinetti dopo aver vinto in questi anni, può essere una scelta legittima, ma forse sarebbe meglio per tutti se lo dicesse apertamente. Non credo che i tifosi interisti avrebbero qualcosa da eccepire dopo le gioie degli ultimi anni.

Piuttosto che restare nel limbo, ci sarebbe modo e tempo per metabolizzare il tutto, in attesa di tempi migliori.

Dopo la cacciata di Oriali, nella quale non ho per nulla gradito i modi, soprattutto per un nerazzurro doc, e l’addio di Mourinho, si ha la sensazione che l’Inter sia in balia degli eventi, anche perché non vi è un dirigente che sappia spiegare ciò che sta realmente avvenendo in questi mesi. Dubito che si arrivi al 31 agosto senza Sneijder, Eto’o e Maicon, ma mi piacerebbe moltissimo che l’Inter torni a fare l’Inter non solo sul mercato, ma anche dal punto di vista della comunicazione, perché dopo due anni con Mourinho, qualcosa volente o nolente bisognava imparare. Senza dimenticare un aspetto passato inosservato ai più: vi ricordate l’Inter di Mourinho? Andava in campo tarantolata, tutti i giocatori erano caricati a molla a volte fino all’eccesso. In campo scendevano dei gladiatori pronti a sputare sangue sacrificandosi gli uni per gli altri. L’Inter di oggi non ha più ‘gli occhi della tigre’, non ha più purtroppo, quella cattiveria agonistica che ti consente a volte di avere la meglio sull’avversario quando l’aspetto tecnico tattico si pareggia. Il calcio è fatto di cicli ovviamente e non si può sempre vincere, ma a volte è necessario non farsi trascinare dagli eventi e fare in modo di uscirne anche con un po’ d’astuzia. Ma fino ad oggi questo silenzio da parte di Moratti è tutto tranne che avveduto.

 

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

7
  • massimointer 29/08/2011 13:22

    Moratti ha ormai perso anche il senso della dignità si permette di dare consigli a Gasperini dopo avergli smantellato la squadra.Vuoi vedere che se l'Inter andrà male (come prevedibile) darà la colpa al tecnico.Gasperini dimettiti non fare la fine di Benitez.Max

  • massimointer 26/08/2011 16:09

    Siamo a fine mercato e non arriva niente di buono,come avevo previsto,Pandev Santon Muntari se ne andranno e ci troveremo ancora a fare campionato e CL con la primavera.Non passerà molto tempo e Gasperini farà la fine di Benitez anche per colpe non sue.Tornando sulla scellerata cessione di Eto,o:bisogna che i tifosi capiscano che è una sciocchezza colossale per 2 motivi.1)la cifra è troppo bassa per il valore del calciatore 2)se proprio vuoi cederlo fallo a fine Giugno-inizio Luglio quando hai tutto il tempo per cercare un rimpiazzo.Ora immagina se Forlan(mi viene il vomito solo a nominarlo)saltasse per qualunque motivo,dovremmo cercare un attaccante in 5-6 giorni.Il risultato è che finiremmo per pagare per oro lo sterco.Non sarebbe stato più intelligente vendere Eto,o a giugno per 40 mln e prendere subito Sanchez?Branca VATTENE HAI ROTTO!!!!Oriali SUBITO.Max

  • massimointer 21/08/2011 17:25

    I russi ci portano via Eto,o per 25 mln(noi ne volevamo 30,secondo me per meno di 40 non andava venduto) e subito dopo fanno un offerta al Barca di 35 mln per Alves.Delle due l'una o Moratti è completamente rimbecillito,o è alla canna del gas e non ha più un euro e quindi è costretto ad accettare tutto.L'idea di Forlan mi fa accapponare la pelle,penso che i tifosi dovrebbero cominciare a scordarsi del triplete e pensare che se le cose continuano così torneremo molto presto nella mediocrità di qualche anno fa.Ciao Max

  • obegolasso 14/08/2011 16:09

    Quanta verità, Alfio...
    Nonostante tutto io mi aspetto almeno un colpo in attacco (vista la partenza di Eto'o) e uno a centrocampo (dove c'è necessità), magari con altri acquisti di contorno.
    Dispiace enormemente per Lele Oriali, grande cuore nerazzurro che ha dato tutto per l'Inter, mettendoci SEMPRE la faccia e lavorando sempre con serietà e, soprattutto, COMPETENZA.
    A presto, forza Inter sempre.

  • massimointer 11/08/2011 11:22

    Credo che sia ora che Moratti Branca ecc. facciano una bella conferenza stampa e ci dicano finalmente la verità:l'Inter è finita dobbiamo ridimensionarci tentando di rimanere in serie A(se ci riusciamo)vendendo tutti i big e rimpiazzandoli con i giovani.Ecco la formazione per la prossima stagione: Bardi Natalino Caldirola Faraoni
    Obi Alvarez Crisetig Coutigno Castagnos Alibec .Obbiettivo : una salvezza dignitosa con le casse societarie che scoppiano di soldi.Poi tra due anni quando ci sarà il fair play noi rinasceremo(tornando prima in serie A perchè nel frattempo saremo retrocessi) e ricostruiremo una grande Inter che i nostri nipoti potyranno festeggiare.Sono un po'troppo pessimista?Forse ,ma non credo di essere troppo lontano dalla verità.Ciao Max

  • massimointer 09/08/2011 14:33

    Purtroppo il ciclo è finito,Moratti(unico in Europa) ha deciso di attuare il FPF,e non comprerà nessuno a meno di giovani promesse con le quali ,a breve, non si andrà lontano.Certo fa male vedere le avversarie Juve Milan Roma Napoli spendere e spandere e rinforzarsi.Il buon Moratti dovrebbe però rendersi conto che l'anno prossimo arriveremo 5 o 6 se ci va bene e senza gli introiti champions.Spero che abbia fatto bene i suoi conti.Basterebbe vendere Mariga Muntari Santon Rivas e con quei soldi pagare la clausola rescissoria di Hidding...siamo ancora in tempo!!Max

    max, non mi sembra che juve, milan e napoli stiano spendendo cifre folli....se arrivano forlan, tevez ( in prestito ) e kucka tutto sommato per quest'anno si può reggere anche se ovviamente il tasso tecnico si abbassa...la realtà è che il nostro calcio è diventato il calcio dei poveri, dove ci si scanna per un rigore dubbio e si parla per mesi di torti e favori e gli stadi sono vetusti....gli altri si evolvono e noi restiamo al palo..

  • indadizzato 09/08/2011 12:32

    Ciao Alfio,

    sposo in toto tutto quello che hai detto: il silenzio della società è preoccupante, non c'è un strategia comunicativa (c'è mai stata se non con Mou?), le idee appaiono poco chiare (soprattutto telenovela allenatore, scelta acquisti e cessioni ). Il fair play finanziario dobbiamo averlo solo noi?
    Guarda gli acquisti del Manchester Utd di quest'anno o degli anni scorsi: questo vuole dire programmazione e competenza, al di là delle dellle differenze economiche dei vari Paesi (e della capacità di un sistema di vendersi e vendere)

    Buona giornata.

    Davide

In Vetrina

Le ricette di Giorgia

Sabato alle 20:15