05/03/2012 17:00

INTER, RANIERI RISCHIA GROSSO

Il pareggio in rimonta col Catania non ha soddisfatto Moratti, il quale non ha apprezzato neppure la plateale contestazione da parte della Curva Nord. Sono ore delicate per il numero uno nerazzurro, perché il pareggio col Catania non offre il destro per una decisione da prendere in tempi brevi. Perché se l’Inter avesse perso il cambio di panchina sarebbe stato quasi doveroso, la vittoria avrebbe invece garantito almeno per un’altra settimana il posto all’allenatore, che con questo pareggio viene tenuto nel limbo in attesa degli eventi. Perché Moratti sta cercando di analizzare i pro ed i contro di una situazione difficile da gestire: solo i risultati potranno salvare il tecnico romano da un esonero pressoché imminente, anche se l’alternativa Stramaccioni, che dalla Primavera potrebbe essere promosso in prima squadra non fa dormire sonni tranquilli ad un pubblico nerazzurro inquieto, che è riuscito a far scoppiare in lacrime un gladiatore come Cambiasso, che non sta giocando bene, ma non è neppure il capro espiatorio di una squadra confusa e impaurita, in balia degli eventi anche per colpa di un allenatore che non sa assumersi le proprie responsabilità. Villas Boas resta un’opzione così come lo è Oriali, nell’ambiente si vocifera che tra quest’ultimo e Moratti ci siano stati dei contatti che vanno al di là dei buoni rapporti, anche se Oriali ha smentito ufficialmente. Ma l’attenzione per ora è incentrata sull’allenatore, il presidente sa bene che questa situazione è conseguenza diretta di una serie di errori che partono all’indomani del Triplete e che lui stesso avrebbe evitato molto volentieri, ma ormai è andata, bisogna ripartire, ma con chi? Al momento l’unica certezza è che Ranieri andrà via, solo i risultati ci diranno se a breve o al termine della stagione.

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrĂ  pubblicato.

0