Telelombardia Change Site
01/03/2012 12:09

IL CASO PATO

Ormai Alexandre Pato è diventato un caso. L'attaccante brasiliano si dovrà fermare per altri 15 giorni a causa di uno stiramento, l'ennesimo di questa tormentata stagione in cui ha collezionato più giorni in tribuna che sul campo. Al primo dolorino il papero si ferma, la soglia di sopportazione del dolore è sempre più bassa e la rottura con il resto del gruppo sembra insanabile. Da dicembre in poi l'attaccante ha rotto definitivamente con gran parte dello spogliatoio, tanto che pure il connazionale Thiago Silva ha dichiarato di vederlo strano, quasi assente. La testa probabilmente è già al mese di giugno, quando si consumerà l'addio da quella che lui ha definito casa sua. Adesso forse è fin troppo facile rimpiangere ciò che poteva essere e non è stato, rimpiangere quell'operazione che Galliani aveva orchestrato con il City e il PSG per mettere tutti d'accordo. A Palermo però il Milan non sentirà la mancanza di Pato perché dopo la squalifica ci sarà Ibrahimovic, protagonista ieri con la Svezia, trascinata alla vittoria per 3 a 1 sulla Croazia. Oggi a Milanello allenamento alle 15 con il rientro dei nazionali e con la possibilità di rivedere ancora in gruppo Rino Gattuso. Intanto sul fronte politico-istituzionale si registra la telefonata di Andrea Agnelli ad Adriano Galliani per rasserenare gli animi dopo il burrascoso post-partita, in vista della riunione di domani in Lega Calcio, perché ormai l'abbiamo capito, quando ci sono in ballo gli interessi economici anche il gol di Muntari passa in secondo piano...

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

0

In Vetrina

QSVS Sera

da Lunedì al Venerdì ore 18.00