Telelombardia Change Site
03/10/2014 17:43

SAN SIRO FISCHIA MAZZARRI, STRAMA: «A ME MAI SUCCESSO»

Walter Mazzarri neppure dopo una vittoria può dormire sonni tranquilli. Il 2-0 al Qarabag non è sufficiente per far dimenticare i fischi dei tifosi nerazzurri al momento della lettura del suo nome all’annuncio delle formazioni. L’amore tra gli interisti e l’allenatore non è mai sbocciato e a San Siro solo la curva ha mostrato il suo supporto al mister. La situazione è paradossale perché la squadra fece più punti in avvio un anno fa, quando Mazzarri era all’inizio della ricostruzione piuttosto che in questa stagione dopo 12 mesi di lavoro. È vero che si è cambiato molto anche nell’ultima estate ma a questo punto l’allenatore è l’osservato speciale. Ci si attende qualcosa di più. Il 4-1 casalingo col Cagliari è una ferita ancora sanguinante che rischia di non cicatrizzarsi visto che il calendario prevede che ora l’Inter affronti Fiorentina e Napoli.

Se inoltre Mazzarri avrà sfogliato i giornali questa mattina il suo umore non potrà certo essere migliorato leggendo l’intervista di Repubblica ad Andrea Stramaccioni. L’attuale guida dell’Udinese infatti è tornato sul suo passato nerazzurro e ha dichiarato: “Il mio rapporto coi tifosi era ed è stupendo. Fino a dicembre ero il nuovo Mourinho, poi gli infortuni ci hanno fermato. Eppure non sono mai stato fischiato a San Siro”. C’è da chiedersi se sia un riferimento all’attuale situazione tesa di casa Inter. Stramaccioni si toglie pure un altro sassolino quando gli si chiede dei tanti cambiamenti avvenuti tra i nerazzurri. “Si vede che non mi sbagliavo tanto su alcune cose…”. In questi giorni i tifosi interisti guardano con un misto di nostalgia e curiosità a quell’Udinese terza in classifica guidata dalla strana coppia Strama-Stankovic. Chissà se anche Thohir avrà notato l’exploit friulano. Di certo sarà interessante capire il 7 dicembre come si schiererà il pubblico quando a San Siro si giocherà Inter-Udinese. 

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

1
  • Walter Dossi 26/11/2014 09:30

    Strama ha perfettamente ragione! Con lui in panchina, pur senza l'esperienza tanto autocelebrata di Mazzarri, l'Inter era seconda in classifica ad un solo punto dalla Juventus e dopo averla battuta a Torino 3-1, nonostante il loro goal del vantaggio palesemente in offside! Poi purtroppo iniziò la piaga senza fine degli infortuni. Noi tifosi non potevamo farne certo una colpa a Strama!! E poi con lui non perdevamo certo i derby senza fare neanche un tiro in porta! Anche se si metteva a piovere. Non si metteva a contare i calci d'angolo. Non si lamentava per la stanchezza, se la squadra aveva giocato in Europa League. Non faceva il piangina, il cry-baby, unica cosa in cui Mazzarri era davvero eccezionale nell'Inter!! Mi vengono in mente due commedie shakespeariane per riassumere l'esperienza (???) del vate di San Vincenzo all'Inter: "Much Ado About Nothing" = Tanto rumore per nulla e "All's Well That Ends Well= Tutto è bene ciò che finisce bene (quando è stato esonerato). Grazie e buona giornata, Claudio!

In Vetrina

Azzurro Italia Gol

Sabato e Domenica 23:00