Telelombardia Change Site
09/09/2014 17:27

L'ITALIA RIPARTE DA PIRLO. VERRATTI PUO' ATTENDERE

Andrea Pirlo, Daniele De Rossi,  Marco Verratti. Sono in tre per due maglie azzurre da indossare nell’11 ideale scolpito nella mente di Antonio Conte. «Uno è di troppo» ha ammesso lo stesso ct. Al momento l’indiziato numero uno per l’esclusione è il talentino del Paris Saint Germain. Dopo l’inversione a U di Pirlo che si era chiamato fuori dalla nazionale per poi ricandidarsi come leader del centrocampo, gli spazi per il giocatore lanciato da Zeman a Pescara si restringono nuovamente. Conte ha ribadito come veda De Rossi centrale, capace all’evenienza di retrocedere pure nella cabina di comando della difesa. «Ho parlato con Pirlo e ha ancora dentro il fuoco sacro» aveva detto qualche giorno fa l’ex mister bianconero. Insomma tutto fa pensare che il 35enne di Brescia sia al centro del progetto della nuova Italia. Per di più su Verratti Conte aveva già spiegato che il 21enne può essere, in base alle partite, il presente o il futuro azzurro. Insomma se sono tutti disponibili Verratti può aspettare per arricchire il proprio bottino di 8 gare con la Nazionale maggiore. Anche perché le sue caratteristiche finora sono sembrate più quelle di un centrocampista volto soprattutto al dinamismo e al fraseggio rapido coi compagni, piuttosto che quelle di un reale vice-Pirlo piazzato in mezzo al campo a diriger l’orchestra. A rendere ancor più difficile il passaggio di consegne c’è la straordinaria vena realizzativa dello juventino sui calci piazzati. Ma Verratti non deve aver fretta. Il tempo è il suo più prezioso alleato.

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

0

In Vetrina

QSVS Sera

da Lunedì al Venerdì ore 18.00