Telelombardia Change Site
02/08/2011 00:00

Si a Tevez ma non certo per Sneijder

Il rullo dei tamburi sul calciomercato Inter prosegue tra tam tam sui giornali di mezz’Europa. Gli uomini in odore di cessione sono sempre i soliti noti: Maicon, Eto’o e Sneijder, a fronte di una sola entrata presunta, Carlitos Tevez. In realtà i giorni passano, si parla, si scrive, ma non si combina nulla, anche se a volte pare che l’Inter sia disponibile a cedere anche i magazzinieri. Scherzi a parte, in casa Inter è stata programmata una sola cessione, almeno in teoria, tra Maicon, sul quale c’è uno strano silenzio tombale e Sneijder, ma il Manchester United è ancora lontano dai 35-40 milioni fissati per sedersi al tavolo delle trattative. Moratti, in partenza per la Cina, oggi non ha proferito verbo sul mercato. Ma ultimamente certe operazioni l’Inter ci ha abituati a farle in silenzio e non è detto che non sia così anche stavolta. Realisticamente, se Moratti dovesse decidere di rinunciare a Sneijder, non lascerebbe i tifosi senza un colpo anche in entrata. L’idea è quella ormai in voga negli ultimi anni: aspettare le ultime ore di agosto e approfittare dei saldi negli outlet dei top clubs europei. Ma adesso si pensa alla Supercoppa e fino a dopo Ferragosto di concreto non accadrà nulla.
In realtà Tevez potrebbe anche arrivare senza alcuna partenza, perché l’Inter vanta ancora un credito di 15 milioni di euro dal Manchester City, ma vedrete che a breve non accadrà nulla.

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

1
  • manuel 11/08/2011 12:33

    Ciao Gianluca,
    secondo il mio modestissimo parere ritengo che la società stia operando coerentemente al mercato di oggi dove ci sono pochi ricavi da parte delle società e moltissime spese legate a contratti faraonici (vedi eto'o e snejder) .
    Pertanto sono favorevole alle cessioni di tali giocatori in modo una volta per tutte di inserire un monte ingaggi adeguato e soprattutto, cosa fondamentale ,con i soldi incassati procedere alla costruzione del nostro stadio il quale, come sai benissimo ,frutterebbe parecchio invece di rinvestirli sul mercato.
    Sò che così non saremo competitivi al 100 per 100 ma preferisco sacrificare 1 o 2 campionati piuttosto che entrare in un vicolo cieco che ci porterebbe lentamente a sparire dalle competizione europee.
    che ne pensi?
    a presto
    maurizio da opera (mi)

In Vetrina

QSVS Sera

da Lunedì al Venerdì ore 18.00