Telelombardia Change Site
Stefano Donati

MILAN, TRA CESSIONE E SOGNO EUROPA LEAGUE

In questo momento a casa Milan si gioca su due piani ben distinti. Sul campo Filippo Inzaghi sta cercando il miracolo Europa League per guadagnasi una riconferma tutt’altro che impossibile per la prossima stagione. Il presidente Berlusconi e l’amministratore delegato stanno pensando seriamente di non spendere tanto per spendere sul discorso allenatore e, in assenza di una scelta condivisa e realizzabile, sono convinti che l’esperienza fatta in questa stagione possa aiutare Inzaghi a far decisamente meglio il prossimo anno. L’altro piano, certamente più importante è quello societario. La due diligence di mister Bee sta per terminare. Al momento è lui l’unico serio candidato alla presidenza del club. La cordata che sta guidando non convince del tutto il presidente Berlusconi che preferirebbe lasciare a un unico serio magnate, l’identikit per intenderci è quella di mister Zong, ma ormai è arrivata la smentita. Il tentativo di cedere solo una quota di minoranza si sta scontrando con la realtà dei fatti, come già fu per Massimo Moratti con Erick Thohir. Il piano in questo momento prevede un ingresso al 30% per arrivare al 75% in 3 anni. La sensazione è che l’estate rossonera sarà caldissima, da giugno in poi ne sapremo sicuramente di più.

In Vetrina

QSVS Sera

da Lunedì al Venerdì ore 18.00