Top Calcio 24 Change Site
21/02/2013 11:20

MILAN, CHE IMPRESA!

Contro ogni pronostico, contro la squadra più forte del mondo, contro il giocatore più forte del mondo, il Milan trova la partita perfetta.

Perfetta perché consapevoli dei propri limiti con il cuore Ambrosini e compagni sono riusciti a superarli.

Il 2 a 0 non è l’unico dato in grado di spiegare l’impresa dei rossoneri: basti pensare che per la prima volta negli ultimi anni il Barcellona in una partita tira solo due volte in porta, che Abbiati è senza valutazione sulle pagelle, e che un certo Leo Messi, appunto, fatica ad arrivare al 5.

E’ sicuramente prima di tutto la vittoria di Massimiliano Allegri: il suo è un capolavoro tattico reso più difficile dai consigli presidenziali della vigilia. Non fa marcare a uomo Messi ma riesce ad annullarlo, tiene alta l’attenzione per 90 minuti in entrambe le fasi, rende sterile il possesso palla migliore del mondo.

Una nota di merito va a tutti, capitano in testa: Ambrosini è fresco come ai bei tempi, combattente come pochi, leader di un gruppo di pochi esperti e tanti giovani. E proprio per chi la musichetta della Champions l’ha ascoltata poche volte, quella di ieri è la migliore iniezione di fiducia e di autostima, per crescere anche in Europa.

Ora la testa va al derby per chiudere nel migliore dei modi la settimana perfetta. Tra tre settimane il ritorno al Camp Nou: per il Milan sarà fondamentale colpire in contropiede. Con un gol del Diavolo i blaugrana per passare il turno dovrebbero farne 4.

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

1
  • Giumbolorossonero 21/02/2013 21:45

    è passato un giorno e provo a raccogliere le idee, dopo quello che s'è visto ieri sera...
    gli amici mi chiedono come mi sento...

    eh.. e che ne so come mi sento?.. è difficile dirlo.. sorpreso.. piacevolmente.. come quelle volte che ti svegli di soprassalto: dovresti essere disturbato e invece dopo un brevissimo attimo realizzi che ti sei svegliato di soprassalto per un motivo bello.. e sei felice!

    Ieri non ho visto la partita perfetta.. no!! Quella la lascio ai titolisti dei giornali e ai blogger che vogliono aumentare il numero di visite sui siti compiacendo la voglia di soddisfazione dei tifosi..

    no.. ho visto una partita attenta, concentrata, umile.. ho visto una squadra che è andata in campo coi suoi limiti tecnici e con l’abnegazione e il rispetto dei piani tattici decisi fuori dal campo ha saputo imbrigliare e colpire il Barcellona, la squadra più forte al mondo.... l’ha messa nell’incapacità di fare giocate sicure.. ha insidiato ogni pallone, gettando in alcuni casi il cuore oltre il gap tecnico che praticamente ciascun singolo pagava all’avversario spagnolo..

    e ha saputo tirar fuori dal suo interno anche le forze fresche che potevano aiutare a consolidare la testa di ponte gettata con il primo gol..

    e San Siro così... San Siro così ti fa capire quanto vale.. quanto stordente sia su qualsiasi avversario, si chiami esso Real, Barca, United o Bayern.. il suo uragano ha sollevato i nostri ragazzi sopra le difficoltà di un grande avversario.. e li ha spinti.. incitati.. motivati aiutati a crederci.. questo era il San Siro che conoscevamo.. questo è il San Siro che ci manca ogni settimana, quando il suo opposto, con 20000 presenti, produce sui nostri lo stesso effetto in negativo, rubando la voglia di volare e di provare a prendere i sogni..

    Grazie, Destino, per averci regalato un’altra sera di quelle del Milan..

In Vetrina

Azzurro Italia Gol

Sabato e Domenica 23:00