Top Calcio 24 Change Site
12/03/2014 17:46

MILAN, DISASTRO CHAMPIONS: LA SOCIETA' SOTTO ACCUSA

Il pesante ko di Champions League inchioda il Milan sul banco degli imputati. A marzo il club si ritrova praticamente senza obiettivi da perseguire da qui a fine stagione, se si esclude una complicata – e forse anche poco desiderata al di là delle dichiarazioni di circostanza – qualificazione in Europa League. Le ultime tre sessioni di mercato da gennaio 2013 ad oggi vengono passate al setaccio per capire se i soldi sono stati spesi bene oppure no. L’operazione Balotelli è sempre più un punto di domanda, ma i dubbi sono molti: da Matri a Essien, passando per i vari Zaccardo, Salamon, Silvestre e Honda. Le vicende societarie hanno ulteriormente gonfiato i problemi di questa stagione: la rivoluzione griffata Barbara Berlusconi ha creato subbuglio e il dilemma sul futuro di Adriano Galliani non aiuta certo. Infine c’è stata la decisione sull’esonero di Allegri. Il cambio in panchina non ha prodotto miglioramenti palesi, se si esclude qualche sprazzo di bel gioco. In Coppa Italia è uscito subito, in campionato ha perso tutti i big match e ora è arrivato anche il disastro europeo. Insomma sembra proprio che il nuovo Milan sia tutto da rifare.

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

3
  • renatomilanista 12/04/2014 16:19

    Ciao Claudio ma cosa ne pensi del Milan riguarda per il mercato quando inizierà a spendere tipo 50 60milioni ?

    Dubito che ci sia intenzione di spendere così tanto...

  • Andrea 17/03/2014 14:31

    Oggi dopo una notte che dovrebbe portare consigli sento che è previsto un incontro ad Arcore tra Berlusconi e sua figlia Barbara per parlare del Milan, forse Galliani non ci sarà .... Bene a questo punto voglio dire la mia, sarò un po' lungo (basteranno 3/4 minuti per leggerlo tutto), ma credo che da tifoso milanista che come prima partita da bambino ha visto il debutto di Franco Baresi a Verona posso permettermi anche di essere un po' prolisso. Dunque il Milan stava fallendo , anzi era fallito, quando Berlusconi lo ha preso e ha iniziato a spenderci decine e decine di milioni di euro (prima si chiamavano miliardi di lire), quasi ogni anno si spendeva e si permetteva a questa squadra di rimanere nei primi posti in Italia ed in Europa, non dimentichiamoci che in 25 anni abbiamo fatto 8 finali di champion , vinto 7 scudetti oltre a supercoppe varie. L'ultimo anno nel quale abbiamo vinto qualcosa, il mercato ci aveva portato Ibrahimovic e un buon Robinho, avevamo ancora la spina dorsale del vecchio Milan con i vari Gattuso, Pirlo, Seedorf, Ambrosini, Nesta, Zambrotta, Inzaghi, e avevamo in difesa un certo Thiago Silva. Bene quello è stato l'ultimo anno nel quale la proprietà ha immesso capitali nel Milan , dopo di che il diktat è stato AUTOSOSTENTAMENTO ........ ora questo discorso può andare bene se il Milan fatturasse 350/400 milioni di euro, ma fatturandone poco più di 200 non è possibile ! Con il costo dei giocatori che il mercato ha determinato (a cui il signor Berlusconi negli anni d'oro ha contribuito) e con gli ingaggi che si devono pagare, un club per potere rimanere competitivo in Europa deve avere 300/350 milioni di bilancio come minimo. Mi si dice che la famiglia Berlusconi non può più sostenere ricapitalizzazioni di 70/80 milioni all'anno ...... ok va bene, allora la strada da seguire era quella subito dopo l'ultimo scudetto vinto di pensare ad un ridimensionamento GRADUALE del club, sostituendo anno dopo anno 2/3 giocatori con altri di meno spessore ma comunque sempre in grado di fare ben figurare il club in Italia, il campionato italiano sarebbe diventato il nostro campo di battaglia e l'europa l'avremmo lasciata a chi poteva permetterselo (non è un caso che una Juve che in Italia non ha rivali in europa non arrivi nemmeno agli ottavi di champion ...........).
    Il signor Berlusconi doveva continuare a immettere quei 20/25 milioni di euro ogni anno, che ci avrebbero permesso di fare ben altre campagne acquisti, soldi che sommati ai proventi champion e a piccoli aumenti di fatturato avrebbero permesso al club di rimanere quanto meno ai vertici in Italia.
    Cosa è successo invece, vendiamo Ibra e Thiago così arriviamo al pareggio di bilancio ...... prendiamo a zero signori a cui Galliani nemmeno avrebbe risposto al telefono anni fa, rinunciamo in maniera miope a gente come Pirlo , dismettiamo 10 giocatori storici tutti in un colpo solo ...... li sostituiamo con gente che nemmeno sa fare un passaggio di 15 metri o uno stop a seguire ............ però abbiamo il bilancio in pareggio ...... con la scusa del fair play finanziario (che permetterebbe quello che ho detto più sopra, cioè i 20/25 milioni annui di investimenti) la famiglia Berlusconi coglie la palla al balzo per non mettere più nemmeno un euro nel Milan ! Mi si dice che la colpa è di Galliani, io credo che quando nel portafogli hai pochi soldi gli errori sono molto più facili, devi prendere "merce" con gli sconti, aspettare i saldi e le fregature sono molto più probabili .... Galliani quando aveva le possibilità di misurarsi con gli altri grandi club ha sempre (o quasi) fatto bene, non si fanno le nozze con i fichi secchi !!!!!! Tutto il caos degli ultimi mesi, Allegri confermato e poi esonerato, un Seedorf ancora troppo inesperto per potere salvare il salvabile, un parco giocatori sinceramente imbarazzante è quindi unicamente colpa della PROPRIETA' , quello che DEVE emergere dall'incontro di oggi è che il signor Berlusconi DEVE rimettere mano al portafogli, solo che ora dopo 3 anni non basteranno più 20 milioni .......... ormai la macchina è irrimediabilmente rotta e se prima sarebbe bastata una buona manutenzione ordinaria ora serve comprarla nuova. Saluti.

  • Mimmo 12/03/2014 23:30

    La foto dice tutto, siamo alla frutta. Ho giocato a calcio in prima categoria, i giocatori di difesa e centro campo all'arte Montolivo, sono scadenti, molti errori

In Vetrina

Azzurro Italia Gol

Sabato e Domenica 23:00