Top Calcio 24 Change Site
26/05/2011 20:18

Inter, idee per il mercato

Apparentemente chiusa la questione relativa al tecnico, con la conferma di Leonardo, l’Inter ha già messo a punto il piano d’azione per il prossimo calcio-mercato. Per Moratti la squadra non va rifondata, ma ringiovanita.
E la filosofia che guida Marco Branca e Piero Ausilio è chiara, perché il cammino di Leonardo ha restituito molte delle certezze smarrite durante la gestione Benitez.
Ciò non toglie che l’anno prossimo non dovranno esserci ‘settimane maledette’, come quella che quest’anno ha tolto di mezzo l’Inter da campionato e Champions con Milan e Schalke 04.
Ecco perché serve intervenire seriamente, fermo restando che mezzo mercato è già stato fatto a gennaio con gli arrivi ‘pesanti’ di Pazzini, Ranocchia e Nagatomo.
La prima idea resta quella di dare nuova linfa al reparto nevralgico della squadra, il centrocampo.
A Cambiasso si vuole affiancare un giocatore importante, al di là degli immortali Zanetti e Stankovic, mentre Thiago Motta potrebbe rientrare in qualche operazione.
Qualcosa verrà fatto anche in difesa alle spalle del trio Samuel, Lucio e Ranocchia. Chivu, per la sua duttilità, potrebbe essere ancora utile come prima alternativa. Un difensore da cedere è Santon, che dovrebbe rietnrare da Cesena.
Tra le partenze illustri, quella più probabile riguarda Maicon, anche se poi servirà un sostituto potenzialmente all’altezza del brasiliano.
Ovvio che tutto potrebbe cambiare in presenza di un’offerta irrinunciabile per Eto’o o Sneijder, che resta il più chiacchierato, ma cedibile solo a fronte di un’offerta minima sui 40 milioni di euro.
In entrata il sogno nerazzurro per il centrocampo è italianissimo: è il romano de Roma Daniele De Rossi. Mourinho l’ha chiesto nelle sue due estati nerazzurre senza successo, perché Rosella Sensi non ha mai voluto nemmeno parlarne. Ora l’Inter ci sta riprovando a fari spenti, con la speranza che il passaggio di consegne al vertice della società giallorossa possa essere favorevole alla manovra. De Rossi, che con Cambiasso costituirebbe un duo molto affidabile, all’Inter ci verrebbe di corsa, ma non è facile prenderlo anche per quello che, dopo Francesco Totti, rappresenta per la Roma.
Oltre ai soldi, l’Inter avrebbe in Thiago Motta anche la contropartita ideale per intavolare una trattativa seria. E ci sarebbe pure Muntari, rientrato dal Sunderland.
Intanto Marco Branca ieri era a Dublino per la finale tutta portoghese di Europa League, vinta dal Porto sul Braga.
Osservati speciali tra i Dragoes, oltre al gettonatissimo attaccante brasiliano Hulk,  il 23enne Fernando Francisco Reges, centrocampista centrale pure lui brasiliano, il capocannoniere colombiano di Europa League Radamel Falcao e il difensore centrale portoghese Rolando. Nel San Paolo, piace anche il giovane centrocampista difensivo brasiliano Casemiro. Altro nome che gira è quello del 22enne centrocampista brasiliano Sandro Ranieri Guimarães Cordeiro, noto semplicemente come Sandro, in forza al Tottenham. Al solito girano sempre troppi nomi brasiliani e al proposito sapete come la penso e parafrasando la mitica battuta di Vittorio Gassman, in arte Peppe er Pantera a proposito delle donne nel film I soliti Ignoti potrei dirvi che “il brasiliano è come la castagna, bello de fòri ma dentro c’ha la magagna!”
Per completare il reparto di centrocampo ci sono anche rumours italiani su Fabio Poli della Sampdoria e Marco Parolo del Cesena.
Poi c’è l’intenzione di aggiungere qualità in attacco: la prima scelta resta Alexis Sanchez, ma è da novembre che Inter e Udinese discutono su come miscelare contanti e contropartite tecniche senza risultato. L’ultima proposta è Mariga a titolo definitivo, Coutinho in prestito e soldi, ma mettersi d’accordo sul quantum è durissima. Su Sanchez si è poi inserito anche il Manchester City, così l’Inter ha cominciato a corteggiare l’attaccante Carlos Tevez, in scarsa sintonia con Roberto Mancini, che ha appena portato i Citizens alla conquista dell’FA Cup e al terzo posto in Premier League, che vale l’accesso alla Champions senza preliminari.
Ci sono anche altre piste. La prima non è nuova e conduce all’argentino del Palermo Javier Pastore, mentre la seconda valica le Alpi, verso il giovane fantasista belga Eden Hazard, neo campione di Francia col Lille: Hazard ha appena 20 anni e quest’anno si è consacrato mettendo a segno 12 reti in Ligue One. Gigio Moratti, figlio secondogenito di Massimo, lo segue con entusiasmo da quasi due anni, ma nel mercato odierno anche i giovanissimi costano un occhio della testa!
A completamento del reparto offensivo intanto è già stato acquistato a gennaio dal Feyenoord per un milione e mezzo di euro il 19enne Luc Castaignos, punta veloce e dal fisico possente: 15 gol quest’anno nella Eredivisie olandese. Castaignos è stato anche inserito nella lista ufficiale UEFA dei venti migliori under 20 a livello mondiale

CommentaQuesto Post

I commenti sono moderati pertanto si chiede di evitare l'utilizzo di un linguaggio scurrile, altrimenti lo stesso non verrà pubblicato.

0

In Vetrina

QSVS Sera

dal Lunedì al Venerdì alle 18:00