Top Calcio 24 Change Site
Marco Signorelli

CANTIERE INTER, KOVACIC MIGLIORA

Forse non sarà stato il migliore in campo, ma questa volta Mateo Kovacic è tornato negli spogliatoi sicuro di avere fatto, a tratti anche bene, ciò che gli è stato chiesto dal suo allenatore.
La sconfitta con il Bayern fornisce ulteriori segnali sull’avanzamento dei lavori del cantiere Inter,  e restituisce, malgrado il risultato, un po’  di fiducia al talentino croato, che a fine partita si è detto soddisfatto di essere stato impiegato nella sua posizione preferita, davanti alla difesa, dove, sotto gli attacchi di avversari più bravi e più avanti nella preparazione, è riuscito a toccare una buona quantità di palloni e a non sfigurare. Il lavoro di Mancini sul suo numero dieci non è certo terminato, ma almeno questo può essere considerato un punto di partenza. Di certo se l’è cavata meglio di Kondogbia, meno lucido e più impacciato rispetto all’amichevole con il Carpi. Indicazioni che suggeriscono prudenza nei giudizi, sia in negativo sia in positivo, soprattutto se basati solo su questi test pre stagionali.
A questo punto della preparazione si nota una difesa ancora vulnerabile, in cui però, in attesa di Miranda, sembra destinato a inserirsi in maniera costruttiva Murillo. Le seconde linee invece sono da mani nei capelli e i terzini da rivedere, compreso il neo acquisto Montoya, ancora un pesce fuor d’acqua lontano da Barcellona.
E se da un lato Mancini può contare su un Hernanes pimpante, dall’altro, constatando la mancanza di idee che a volte blocca la fase offensiva, si capisce perché il tecnico insista per avere al più presto delle alternative in più che gli consentano di rendere il gioco più vario e meno prevedibile.

In Vetrina

QSVS Sera

dal Lunedì al Venerdì alle 18:00