PARCHEGGIA FERRARI SU POSTO PER HANDICAPPATI E INSULTA PADRE DEL DISABILE

Non uno, ma due posti per disabili occupati da una Ferrari blu fiammante parcheggiata dove non doveva essere. “Io me ne frego di te e della Polizia” avrebbe urlato l’autista del bolide al padre di un ragazzo con un grave handicap, che invece in quel posto aveva diritto di parcheggiare la sua auto.

La Ferrari era parcheggiata davanti alla vetrina di Cartier, vicino al civico 16 di via Montenapoleone. Quando l’uomo con il figlio disabile è arrivato nel quadrilatero della moda, ha trovato i parcheggi occupati e così ha chiesto al proprietario della fuoriserie di spostare l’auto qualche metro più avanti. Ma la reazione, stando al racconto dell’uomo, sarebbe stata assolutamente incandescente: insulti, urla, grida e anche uno spintone per allontanarlo, il tutto davanti agli occhi del figlio disabile. Una vicenda, questa, che richiama quanto avvenuto qualche settimana fa nel parcheggio del centro commerciale di Carugate dove un uomo, multato per aver parcheggiato nel posto riservato a portatori di handicap, ha lasciato un cartello di offese al disabile.

Dopo la discussione, l’uomo a bordo della Ferrari è andato via sfrecciando a tutta velocità ma il padre del ragazzo è riuscito ad annotare la targa dell’auto, poi segnalata agli agenti di Polizia. I controlli hanno permesso di  identificare a chi è intestata la Ferrari, che però non è detto fosse la persona alla guida: si tratta di un imprenditore 59enne residente a Lugano e il suo nome comparirebbe anche nei Panama Papers. Dalla prime ricerche sembrerebbe che l’uomo abbia la patente italiana sospesa a tempo indeterminato e che dal 2015 abbia un documento di guida svizzero.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here