BIMBA UCCISA DAI PITBULL, INDAGATO IL NONNO

“Ho capito che cosa è successo, non ce la faccio a parlare”, così il nonno paterno della piccola Victoria sbranata e uccisa a Flero nel bresciano dai due pitbull di famiglia. Ora l’uomo, un albanese di 63 anni, è iscritto nel registro degli indagati. “Un atto dovuto”, hanno fatto sapere gli inquirenti. Il pm Roberta Panico della Procura di Brescia ha aperto un fascicolo per omicidio colposo per l’omessa custodia della bambina che al momento della tragedia si trovava a casa da sola con il nonno. La mamma infatti era uscita mentre il papà era in Germania per lavoro. Stando alle ricostruzioni degli inquirenti, Victoria dopo aver aperto la portafinestra del soggiorno, è andata in cortile a giocare con i due cani che, non si sa ancora per quale motivo, l’hanno azzannata con ferocia. Inutili i disperati tentativi del nonno, ancora ricoverato in ospedale per le ferite riportate, di fare scudo con il suo corpo, di salvarla.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here