Milinkovic-Savic alla prova dello Juventus Stadium

Juventus-Lazio mai negli ultimi anni così aperta, almeno ascoltando gli addetti ai lavori e l’opinione pubblica. I bianconeri hanno oltretutto ceduto la vetta della classifica di Serie A dopo oltre 13 mesi e, contro Ciro Immobile e compagni, ha già perso quest’anno nella prima gara ufficiale della stagione: in Supercoppa risolse Murgia, che potrebbe essere la carta a sorpresa di Simone Inzaghi sulla destra, ma nelle sole gare di campionato Allegri viene da 6 vittorie consecutive contro i biancocelesti. E senza subire neppure un gol.

Si gioca all’Allianz Stadium, roccaforte juventina in Serie A con oltre due anni di imbattibilità: un test verità per il chiacchieratissimo tecnico ospite, che da giocatore fu nelle grazie di Luciano Moggi che pensò per un paio di anni di portarlo anche a Torino. Sarà lui il dopo Allegri, se esiste a ottobre 2017 un dopo Allegri… Sul piano tecnico, cioè sul piano di campo, gli occhi saranno tutti per Sergej Milinkovic-Savic, pallino della dirigenza bianconera, giocatore in costante ascesa ritenuto idoneo da Paratici & co. per la futura causa della Vecchia Signora. Il valore del corazziere serbo sfiora già oggi verosimilmente i 50 milioni di euro e la Juventus vuole mettersi per tempo in prima fila. Forse perché si pensa già alla successione di Mario Mandzukic, un altro che sa fare tutto e che non a caso Allegri si è tenuto ben stretto anche in tempi nei quali veniva ritenuto di troppo, o forse perché l’etichetta di Pogba bianco non era poi così campata per aria…

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here