RAPINA A LONATO, ASSALTO IN VILLA

Un colpo studiato a tavolino, in ogni dettaglio, compiuto senza mai perdere il controllo. Con la freddezza dei professionisti. Un assalto in villa che si e’ consumato in una manciata di minuti quello compiuto a Castel Venzago, frazione di Lonato, siamo nel bresciano. Presa di mira la lussuosa tenuta di un imprenditore brianzolo. Tre banditi con il volto travisato hanno scavalcato la recizione, narcotizzato i due cani da guardia e si sono diretti verso la foresteria. All’interno una coppia di filippini che lavora per i padroni di casa. Minacciandoli li hanno costretti ad accompagnarli nella villa dove si trovava la moglie dell’imprenditore. Una volta dentro, intorno all’una di notte, impugnando le mazze da golf razziate nella stessa villa, l’hanno costretta a farsi aprire la cassaforte. All’interno: gioielli, orologi e 200mila euro in contanti. Un bottino sparito assieme alla banda che si è dileguata nelle campagne circostanti. Determinati. Alle loro vittime, in un italiano stentato forse dell’est continuavano a ripetere di stare calmi: “Vogliamo solo soldi e gioielli, poi ce ne andiamo”. E così hanno fatto, preoccupandosi di non lasciare tracce. Un colpo così non si ricordava dagli anni ’90. Quando la zona era preda delle bande dell’est. Ora la paura, tra i residenti, è tornata.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here