STILISTA IMPICCATA, FIDANZATO INDAGATO PER OMICIDIO

Sembrava una storia archiviata e invece le indagini sulla morte di Carlotta Benusiglio ripartono da capo. Tutto da rifare: nuova autopsia, nuovo capo d’imputazione. Non più istigazione al suicidio, ma omicidio volontario aggravato è il reato ipotizzato a carico del fidanzato della ragazza, Marco Venturi.

È passato un anno e mezzo dalla tragica mattina in cui la stilista fu trovata impiccata ad un albero in piazza Napoli, sciarpa al collo diventata cappio, i piedi ciondolanti che sfioravano terra. All’inizio la versione che prevalse fu quella del suicidio – ipotesi alla quale la famiglia Benusiglio non ha mai creduto- ma ora le indagini prendono una nuova e decisiva piega. Il pubblico ministero Gianfranco Gallo ha disposto la riesumazione del cadavere di Carlotta sul quale verrà fatta una nuova autopsia dalla quale potrebbero emergere dettagli fondamentali per fare luce sul caso. Ma non è l’unica novità, perché ora il fidanzato di Carlotta, fino’ora accusato di istigazione al suicidio, per il pubblico ministero sarebbe responsabile di omicidio volontario aggravato. Un nuovo scenario, dunque, si apre su ciò che accadde in piazza Napoli la notte tra il 30 e il 31 maggio del 2016, che potrebbe ribaltare la sorte delle indagini.

Prima di arrivare alla chiusura delle indagini e capire se il fidanzato di Carlotta sarà rinviato a giudizio bisognerà aspettare l’esito della nuova autopsia, da valutare assieme agli accertamenti tecnici della polizia. A dare la svolta potrebbero essere state le verifiche fatte dalla polizia scientifica e dalla squadra omicidi lo scorso agosto quando i giardinetti di piazza Napoli erano stati recintati ed era stata simulata la scena con un manichino dello stesso peso di Carlotta appeso proprio a quell’albero dove fu ritrovata. In quell’occasione, con un sistema di valutazione delle immagini, è stata accertata l’ora esatta in cui la donna pendeva impiccata, vale a dire pochi minuti prima delle 4 di mattina. Dettaglio fondamentale, quello dell’orario della morte della stilista, per verificare la versione del fidanzato. Nelle riprese si vede l’uomo andare verso il punto in cui Carlotta è stata ritrovata insieme a una figura poco nitida che gli inquirenti pensano sia la fidanzata. Poi, un paio di minuti più tardi, l’uomo viene inquadrato mentre torna indietro da solo. E’ forse in queste immagini la risposta alla morte di Carlotta?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here