MILANO SALUTA LO CHEF MARCHESI

Il feretro coperto da un tappeto di rose bianche, portato a spalla dal genero e dai nipoti. Gli stessi, che lo hanno voluto omaggiare con un accompagnamento musicale. Loro, tutti musicisti, hanno scelto le note di Bach per l’ultimo saluto al nonno, Gualtiero Marchesi. Se ne va così il grande chef italiano, scomparso all’età di 87 anni, tra l’affetto dei familiari ma soprattutto dei tanti milanesi che lo hanno conosciuto.

Tra la folla spicca la Federazione Italiana Cuochi, giunta in divisa , e un cartello   “Adesso sei tra le vere stelle”, a ricordare quella polemica che lo rese noto ai  più quando rifiutò i giudizi delle guide gastronomiche. Volti noti ma anche chi da lui ha imparato, anche litigando. Ognuno con un aneddoto da ricordare.

Il feretro riposerà a San Zenone nella tomba di famiglia, accanto all’amata moglie Antonietta. La compagna di una vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here