Milano: ponte poggia su travi di legno, cittadini preoccupati

C’è chi ha paura a camminarci sopra, ma anche passare con l’auto sotto al ponte di via Novara, a Milano, non fa stare tranquilli gli automobilisti.

Quel pezzo di legno che fa da spessore tra il pilastro di cemento e la struttura in ferro del ponte non promette niente di buono. Nel tratto di strada in questione il traffico è intenso e in questa zona, a due passi da San Siro, sono molti quelli che ogni giorno passano sia sopra sia sotto il ponte pedonale. C’è chi fa jogging, chi lo attraverso per andare in ufficio e chi ci transita sotto per attraversare la città. Ma qualunque sia il motivo per passaggio, tutti rivolgono lo sguardo verso l’altro, verso quelle travi di legno che sorreggono il ponte.

Guardando il rattoppo, impossibile non pensare alla tragedia di Pioltello, dove un asse di legno messa per fare spessore sotto il binario è tra le cause del deragliamento del treno. Eppure i tecnici assicurano che per il ponte non c’è pericolo. Lo scorso settembre un camion aveva urtato una delle travi e gli uomini del Nucleo di Intervento Rapido insieme agli ingegneri di Mm avevano subito messo in sicurezza la struttura. Ma allora perché all’imbocco del ponte pedonale c’è un cartello di divieto d’accesso? E soprattutto perché le persone, ma anche i cavalli, continuano a percorrerlo?

La speranza è che il rattoppo provvisorio presto venga trasformato in una sistemazione definitiva, prima che a farci le spese siano ancora una volta i cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here