Caso Fantato, indagini in corso

Luciana Fantato è scomparsa da casa il 10 novembre e non ha dato più notizia di sé. I Carabinieri di Vigevano stanno indagando con diverse squadre impegnate nella ricerca della donna. Tre le possibili soluzioni al vaglio degli inquirenti: la fuga volontaria, il suicidio oppure l’omicidio. Tutte le tre piste sono all’esame degli inquirenti che al momento lavorano sotto traccia alla ricerca di qualche aggancio che possa portare alla verità.

Luciana si accompagnava spesso con un’amica con cui andava nei mercatini della zona, ma ad oggi quella sua amica non ha ricevuto più notizie da Luciana, almeno così ha raccontato ai parenti della donna e ai Carabinieri.

Dove sarà andata Luciana? La statale è lì a due passi e se davvero aveva intenzione di lasciare tutto e andarsene via, qualcuno potrebbe averla caricata e portata in un luogo sicuro, lontano dai parenti e da quella casa, diventata per lei un incubo.

A casa di amici e conoscenti Luciana non c’è. Così come in qualche struttura religiosa come qualcuno aveva ipotizzato. I Carabinieri ci hanno fatto sapere che in tal caso le congregazioni religiose devono comunicare la presenza di una persona estranea scomparsa da casa.

Noi abbiamo provato ad andare in un convento non lontano da Gambolò per cercare la signora Luciana nel caso in cui si fosse rifugiata per starsene da sola un po’.

  Gambolo’ è un piccolo borgo della Lomellina. Tutti si conoscono e quasi tutti sanno la storia della famiglia di Luciana. Le poche telecamere presenti in paese non hanno ripreso la donna subito dopo la scomparsa. E’ come se si fosse volatilizzata. Nessuna traccia di lei da quella grigia mattina di novembre.

Nei dintorni tanta campagna, con parecchi canali, alcuni di scolo, altri più abbondanti. Nel raggio di un km scorre il Terdoppio, un torrente che attraversa per intero la Lomellina e finisce nel Po. In alcuni tratti l’acqua viaggia a velocità sostenuta. Per ora le ricerche non hanno dato frutti.

Se invece qualcuno ha voluto far del male alla donna, il luogo è l’ideale per sotterrare il corpo. Chilometri di campi e stradine che portano in zone isolate. Difficilissimo cercarla in un posto così per la vastità dell’area e per la conformazione geografica.

A Gambolò nessuno ha più visto Luciana. I due figli Marta e Piergiorgio hanno due caratteri molto differenti. Entrambi però a questo punto pensano al peggio. Troppo tempo è trascorso senza una notizia. Ma gli inquirenti continuano a indagare per non chiudere una vicenda che ha bisogno della parola verità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here