ANZIANO PRESO A PUGNI, NELLA STESSA VIA UN’ALTRA AGGRESSIONE SIMILE

MILANO – Erano da poco passate le 10 del mattino quando all’interno di un palazzo in via Valtorta a Milano si è consumata un’aggressione feroce e violentissima. Tutto per pochi euro. Una sequenza agghiacciante che viene ripresa da una telecamera da poco installata dentro il portone d’ingresso. Ritrae un uomo senza scrupoli che aggredisce con due pugni un anziano che stava tornando a casa dopo aver fatto la spesa. Trasportato in ospedale le sue condizioni sono stabili, ma rimangono gravi.

 

Nelle immagini si vede un uomo nascondersi dietro una colonna, finge una telefonata. Quando l’anziano arriva davanti alla porta di casa con la sua borsa gialla – probabilmente utilizzata per fare la spesa – non fa in tempo a rendersi conto di quello che stava per accadere. Due violenti pugni lo colpiscono in faccia. L’uomo crolla a terra privo di sensi e con estrema freddezza l’aggressore estrae dal portafogli i pochi euro contenuti all’interno e scappa.

 

Si tratta di Chestor Caldararu, romeno di 29 anni, fermato dagli uomini della Squadra Mobile grazie alle riprese delle telecamere di sicurezza del palazzo e alle tesimonianze raccolte sul luogo dell’aggressione.

Ma c’è di più perché a poca distanza da qui, sempre in via Valtorta, domenica 1 aprile si è consumata un’altra aggressione del tutto simile. Un anziano che stava rientrando a casa dopo essere stato a messa è stato seguito da un uomo in biciletta fino all’interno del suo palazzo. Una volta entrato è stato colpito alle spalle, bastonato e rapinato. "Potrebbe essere la stessa persona". L’anziano – che ha dovuto subire un’operazione a causa della mandibola rotta in più punti – avanza un’ipotesi che se dovesse trovare conferme potrebbe anche aggravare la posizione del romeno fermato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here